GSK leader top-20 produttori farmaci accessibili ai paesi poveri

Aziende | | 01/07/2010 16:51

E' GlaxoSmithKline a guidare la lista dei 20 produttori di farmaci più attivi nel migliorare l'accessibilità a medicinali e vaccini fra le persone che vivono nei Paesi in via di sviluppo. Una classifica 'della generosità', che vede al secondo posto Merck & Co., seguita da Novartis, Gilead Sciences e Sanofi-Aventis, come emerge dall'Access to Medicines Index (Ami), pubblicato questa settimana per la seconda volta dopo il debutto nel 2008.      Analizzando la composizione della classifica, emerge come sei delle migliori dieci del nuovo Index siano compagnie con base in Europa e quattro negli Usa, mentre nel 2008 il rapporto era di sette a tre a favore del vecchio continente.  

La graduatoria mostra notevoli differenze tra i maggiori produttori mondiali di farmaci in termini di sforzi per dotare i malati nei Paesi a basso reddito di medicinali e vaccini dai prezzi accessibili. Come testimonia l'Index prodotto dalla Fondazione olandese no profit Access to Medicines Foundation, e sostenuto da 22 investitori istituzionali e non.In ogni caso le compagnia stanno mostrando "una maggiore apertura" sulle proprie politiche per l'accessibilità ai farmaci rispetto al 2008, come spiega il fondatore dell'Index, Wim Leerveld. In questi anni si sono registrati importanti progressi, specie quanto a R&D e prezzi equi, "ma allo stesso tempo l'industria nel suo complesso ha ancora molta strada da fare", dice Leerveld. Oltre ai primi cinque, già citati, nella top-20 figurano Roche, AstraZeneca, Novo Nordisk, J&J, Abbott Laboratories, Pfizer, Boehringer Ingelheim, Eli Lilly, Bayer, Bristol-Myers Squibb, Eisai, Merck KGaA, Takeda Pharmaceuticals, Astellas Pharma e Daiichi Sankyo. Dal confronto con la prima lista prodotta due anni fa emerge la risalita di Pfizer verso i primi posti, e la perdita di posizioni per Bayer, Bristol-Myers Squibb, Merck KGaA e Novo Nordisk. L'Ami ha anche realizzato una classifica separata per i produttori di generici, in cui quest'anno ai primi posti figurano le indiane Ranbaxy e Cipla.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato