In scadenza otto milioni di vaccini contro l’influenza A: finiranno al macero

Sanità pubblica | Silvio Campione | 12/07/2010 17:06

Al momento sono al fresco, chiusi nelle celle frigorifere. Ma il loro destino sembra segnato: i circa 8 milioni di vaccini contro l'influenza A, che al momento giacciono nei container-frigo della Croce rossa italiana a Roma, sono infatti prossimi alla scadenza. Per loro, soprattutto per le 58 mila dosi che scadono a fine mese, il rischio di andare al macero è alto. Ma anche per i sieri con scadenza 31 agosto, 30 settembre e 31 ottobre, questo rischio c'è ed è elevato. Come confermano fonti del ministero della Salute - che ribadiscono però quanto fu importante nel momento dell'emergenza-pandemia acquistare questi vaccini - al momento l'indicazione è quella di conservarli a dovere.

 Poi, via via che scadranno si procederà con lo smaltimento, secondo la legge. Rispettando il protocollo previsto per tutti i farmaci e i vaccini scaduti. Insomma, salvo nuove indicazioni di impiego, il destino di questi sieri sembra segnato: chi prima, chi dopo, finirà 'nel cestino'. Un totale di circa 8 milioni di dosi, costati allo Stato circa 60 milioni di euro (7,7 euro per dose).Ma i vaccini potrebbero ancora tornare buoni. Secondo Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano, sarebbe bene "tenerli in cascina fino all'ultimo. Innanzitutto - spiega l'esperto  - perché il virus H1N1 potrebbe ripresentarsi con un 'colpo di coda'. Quindi è bene non farsi trovare impreparati". In secondo luogo perché il loro utilizzo può essere esteso nel tempo. Secondo Pregliasco, infatti, questi vaccini potrebbero essere 'riqualificati'. "In altri termini - spiega - si potrebbe fare una valutazione per capire il livello di degradazione del principio attivo. Questo perché - sottolinea - non è detto che se un siero ben conservato che scade il 31 ottobre, a novembre non è più buono". Intanto i vaccini inutilizzati da Asl e aziende ospedaliere sono quasi tutti rientrati in deposito."Abbiamo giàritirato circa 7,5 milioni di dosi", spiega  Ulderico Angeloni, responsabile sanitario della Croce rossa italiana, che su delega del ministero della Salute sta gestendo il ritiro dei vaccini non usati. "All'appello - aggiunge - ora mancano solo circa 3-400 mila sieri, da prelevare in Campania e in Puglia".Nel dettaglio, a scadere a fine luglio sono quindi 58.200 vaccini. Non si conosce invece ancora il quantitativo esatto delle giacenze con scadenza 31 agosto e 30 settembre. Ma, secondo i calcoli della Croce rossa dovrebbero essere in totale circa 3,8 milioni di dosi."Il dato non è ancora certo perché- spiega Angeloni - diverse strutture ci hanno riconsegnato i vaccini senza neanche indicarci la data di scadenza. Siamo stati noi, attraverso la scatola e il numero del lotto, a risalire al termine. Comunque, solo tra quelli ritirati in Lombardia, ce ne sono 500 mila che scadono ad agosto e 600 mila a settembre".Il dato relativo ai sieri con scadenza 31 ottobre lo fornisce invece il ministero della Salute."Stimiamo - spiegano  dal dicastero di Lungotevere Ripa - che siano circa 4 milioni le dosi di vaccino in scadenza in quella data".Il problema deivaccini in esubero non è peròsolo italiano.In quasi tutto il resto del mondo sono infatti avanzatemilioni di dosi. Questo perché, fortunatamente, l'influenza A si èrivelata meno aggressiva di quanto previsto all'inizio della pandemia. Tanto che i governi dei vari Paesi si sono visti costretti a rivedere gli ordini di acquisto con le aziende farmaceutiche.Nel nostro Paese, per l'esattezza, sono state 11 milioni le dosi mai ritirate dalla Novartis. Ma, pur rivedendo gli ordini, il totale dei vaccini avanzati èstato comunque rilevante. L'Italia ha infatti acquistato circa 12,5 milioni di sieri. Di questi, però, ne ha utilizzati solo un milione. Traquelli in esubero, una parte èuscito dai confini nazionali. "Sono state inviati - spiegano dal ministero della Salute - 2,4 milioni di dosi all'Organizzazione mondiale della Sanità(Oms), che li ha destinati ai Paesi in via di sviluppo".

Per commentare e approfondire l'argomento: Gruppo Generici pro e contro

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato