Rasi (Aifa) entra nel gotha europeo delle autorità per la regolamentazione dei farmaci

Redazione DottNet | 13/07/2010 10:09

aifa ema farmaci

Guido Rasi, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), è stato nominato per far parte del network che riunisce i 44 capi delle autorità nazionali responsabili della regolamentazione dei medicinali per uso umano e veterinario in tutta l'area economica europea. Lo annuncia un comunicato dell'Aifa. Il gruppo, alla cui presidenza attualmente c'è il Belgio con Xavier De Cuyper, spiega Aifa, opera per promuovere un ''efficace ed efficiente'' sistema europeo di regolamentazione dei farmaci e, a tal fine, coopera con l'Agenzia europea dei medicinali (Ema) e la Commissione europea nell'ambito dell'European medicines regulatory network, con il supporto di 16 gruppi di lavoro.

 In particolare, continua la nota, l'attività è principalmente volta a dare supporto al sistema comunitario tramite risorse professionali e scientifiche di alta qualità, ad assicurare una leadership e una panoramica delle procedure di mutuo riconoscimento all'interno del sistema europeo, a fornire un sistema per comunicare le opinioni delle autorità competenti degli Stati membri alla Commissione e all'Ema. Il gruppo dei capi agenzia, conclude Aifa, assume collettivamente la responsabilità per tutti gli ambiti regolatori e concentra il suo impegno per assicurare sviluppo, coordinamento e coerenza del sistema di regolamentazione europea dei medicinali.

Per commentare e approfondire l'argomento: Gruppo Mondo Farmacia