Enpam, gli eletti Fimmg e Snami

Redazione DottNet | 13/07/2010 13:21

Sono quattro i rappresentanti della Fimmg eletti nella Consulta del Fondo Speciale della Medicina Generale alle quattro cariche istituzionali del fondo Enpam: si tratta di Raffaele Tataranno (presidente dell'Ordine dei medici di Matera) che è stato eletto nuovo presidente della Consulta MG mentre Francesco Benevento (segretario provinciale Fimmg di Salerno) e Donato Monopoli (segretario provinciale Fimmg di Brindisi) sono stati eletti vicepresidenti. Giuseppe Figlini (segretario provinciale Fimmg di Pisa e presidente dell'Ordine dei medici di Pisa) è stato eletto come consultore consigliere del cda dell'Enpam.

Tre sono i rappresentanti dello Snami in seno all’Enpam: Ugo Tamborini - Segretario Provinciale SNAMI Milano, Responsabile Nazionale Scuola Quadri, Roberto Tata - Vice Presidente SNAMI Bolzano - Giuseppe De Gregorio - Presidente Regionale SNAMI Molise. Intanto l’’ente di previdenza dei medici italiani, Enpamè salito alla ribalta delle cronache nei giorni scorsi per un articolo apparso sul Corriere della Serra secondo cui l’Ente  avrebbe un deposito presso una delle 12 banchedella Repubblica di San Marino: “La storia I Libretti al portatore e i controlli alla Cassa di Forlì Il « tesoretto » dell’ente dei medici 100 milioni in banca a San Marino L’operazione emersa dopo un’ispezione della Banca d’Italia”. L’articolo, a firma di Mario Gerevini, comincia: “Un tesoretto da 100 milioni di euro nascosto in tre libretti di deposito (il 306, il 308, il 313) e in conti correnti intestati alla Banca Commerciale Sammarinese. Poi il tesoretto finisce su un conto romano della Bnl, aggirando, forse, la normativa fiscale sulla ritenuta d’acconto”.Pronta la replica del presidente dell’Enpam: “In riferimento all’articolo apparso sul Corriere della Sera, in data odierna titolato  “Un tesoretto dell’Ente previdenziale. Quei  100 milioni dei medici in Banca a San Marino” la Fondazione Enpam in considerazione delle informazioni ivi contenute, infondate e fuorvianti, è costretta a precisare quanto segue.La Fondazione Enpam ribadisce che le operazioni espletate con la Banca Commerciale Sammarinese hanno riguardato esclusivamente contratti di “Pronti contro termine”. Tali operazioni sono state eseguite in piena trasparenza a seguito di procedura di gara ed i conferimenti relativi sono avvenuti tramite la BNL, da sempre Istituto tesoriere della Fondazione, e fedelmente trascritti nei Bilanci dell’Ente con relativi tassi di rendimento.  L’affermazione contenuta nell’articolo ovvero“una caratteristica dei tre  libretti e la rapidità con cui sono stati aperti e poi estinti” conferma la natura delle operazioni svolte, ovvero “pronti contro termine”. Indubbiamente se l’estensore dell’articolo, dopo aver richiesto delucidazioni agli uffici dell’Enpam mediante e-mail del 6 luglio u.s. delle ore 16.01, richiesta ribaditacon e-mail delle ore 21.41, avesse avuto la pazienza di attendere i tempi tecnici necessari per esaudire la sua richiesta, avrebbe evitato di pubblicare, il giorno dopo, un improvvido articolo che lede pesantemente l’immagine di un apprezzato Ente previdenziale qual è l’Enpam che, pertanto, si riserva a propria tutela di adire le vie legali”. Per partecipare al Gruppo clicchi qui

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato