I benefici di cui alla legge 336/70 - maggiorazione ex combattenti - decorrono dalla data di decorrenza della pensione

Giovanni Vezza | 13/07/2010 14:09

La Corte d'appello di Trieste, confermando la decisione di primo grado, ha riconosciuto il diritto di un pensionato, in qualità di appartenente alla categoria di ex combattenti e assimilati, a conseguire l'incremento della maggiorazione mensile della pensione (pari a L. 30.000), prevista dall’art. 6 della legge n. 140/1985, con l'applicazione del beneficio della perequazione automatica a decorrere dall'entrata in vigore della stessa, anno 1985, e non già dall’anno 2001, in cui era stata costituita la pensione , come preteso dall'Inps.

Il giudice di appello, richiamando i principi di cui alla sentenza n. 14285 del 2005 della Corte di Cassazione, ha osservato che l’ interpretazione della disposizione citata, sostenuta dall'ente previdenziale, non è giustificata dal suo tenore letterale e tradirebbe la finalità, con la stessa perseguita, di mantenere nel tempo l'adeguatezza delle prestazioni previdenziali.(cfr. C.C. 9167/2010).

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato