Fazio: nel ddl salute nessun intervento per le parafarmacie. Fofi: irricevibili i giudizi di Federfarma

Redazione DottNet | 17/07/2010 19:32

federfarma fofi sanità-pubblica manovra

Nel ddl salute  ''non sono presenti interventi su 'parafarmacie' e lettini solari''. Lo afferma in una nota il ministro della salute Ferruccio Fazio in merito a notizie circolate  alle quali fa riferimento l'intervento del segretario del Pd Pierluigi Bersani che aveva definito ''vergognose'' eventuali conferme su una stretta della vendita dei farmaci da banco. Fazio afferma  che sull'argomento ''circolano bozze 'fantasiose', con presunti interventi su 'parafarmacie' e lettini solari, non presenti nel provvedimento in questione. Spiace che malgrado la loro inesistenza tali bozze vengano criticate da alcuni politici, anche autorevoli'.

Intanto, sempre a proposito di manovra, la Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani respinge come irricevibili i giudizi espressi  dalla giunta di Farmindustria a proposito della norma prevista dal maxiemendamento governativo alla manovra finanziaria, nella quale la restituzione al servizio sanitario dello sconto del 3,65% viene ripartita tra le farmacie e l'industria. Nella nota dell'Associazione degli Industriali, in particolare, si dice che "in questa maniera si colpisce, per premiare il commercio, chi fa innovazione". La Federazione giudica questi toni assolutamente fuori luogo. Impostare la questione in questo modo, cioè denigrando una componente della filiera, riducendola a un apparato meramente commerciale, è assolutamente controproducente nel momento in cui è chiaro che o si trovano soluzioni sostenibili per tutti gli attori dell'assistenza farmaceutica o si va al collasso del servizio. Tutti riconoscono l'impegno dell'industria per mettere a disposizione dei pazienti farmaci sempre più efficaci, ma è il caso di ricordare che a dispensare questi farmaci, sul territorio e in ospedale, di giorno e di notte, e sempre nell'interesse dei pazienti, ci sono i farmacisti e nessun altro. La Federazione degli Ordini dei Farmacisti auspica un clima più disteso, nel quale le obiettive difficoltà del momento possano essere affrontate con spirito di collaborazione. Clicchi qui per il gruppo Mondo Farmacia