Paziente sviluppa infarto miocardico acuto dopo gastrectomia totale. Case report

Cardiologia | | 22/07/2010 16:48

Presso l’University of Tsukuba Hospitalin Giappone è stato segnalo il caso di un uomo che ha subito la procedura d’impianto dello stent e ha sviluppato l’infarto miocardico acuto subito dopo la gastrectomia totale. Trentasette giorni prima dell’intervento chirurgico, il paziente ha sviluppato un AMI a 90% a causa di stenosi del # 1 della coronaria destra, per il quale è stato inserito uno stent di metallo nudo AMI. Dopo la procedura, il paziente ha intrapreso una terapia a base di aspirina e ticlopidina, che è stata interrotta prima dell'intervento. Anche se l’intervento chirurgico è avvenuto senza complicazioni, il paziente ha sviluppato un segmento ST-T elevazione in II, III, aVF e completo blocco atrio-ventricolare subito dopo l'intervento chirurgico.

L'angiografia coronarica ha dimostrato un’emergenza al 100% di stenosi e una coagulazione dalla parte dello stent, perciò è stata richiesta una trombectomia d’emergenza. In conclusione è emerso che il rischio di cardiopatia ischemica è molto alto nella prima fase di funzionamento, dopo l'inserimento dello stent. Pertanto, è consigliabile attendere un periodo di tempo più lungo possibile per evitare l'arresto dei farmaci anticoagulanti, inoltre ciò può risultare anche migliore ai fini dell'anestesia epidurale.
Bibliografia

Masui. 2010 Feb;59(2):210-2.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato