Correlazione tra cardiopatia ischemica e Helicobacter pylori: il batterio intestinale provoca trombosi?

Adelaide Terracciano | 22/07/2010 16:55

Nel corso degli ultimi quindici anni, numerose osservazioni hanno messo in relazione Helicobacter pylori con la cardiopatia ischemica. Nonostante i dati controversi presenti in letteratura, è stato ipotizzato che se è plausibile un ruolo di Helicobacter pylori nella cardiopatia ischemica, questo sarà nei primi eventi della sindrome coronarica acuta. Secondo tale modello, uno studio effettuato presso il Dipartimento di Biologia, Biochimica e Genetica in collaborazione con il Centro di Biotecnologia Molecolare dell’università di Torino ha analizzato i meccanismi di patogenicità potenziale di Helicobacter pylori sulla cardiopatia ischemica come l'aggregazione piastrinica e la trombosi.

Durante la prima fase dello studio è stata effettuata una ricerca sistemica di tutti gli studi pubblicati precedentemente inquesto campo. Da questa ricerca è emerso che alcuni ceppi di H. pylori si legano fattore di von Willebrand e interagiscono con la glicoproteina Ib per indurre l'aggregazione piastrinica nell'uomo. In esperimenti di modelli animali, l’infezione, ha promosso la formazione di aggregati piastrinici sia da un marcato incremento nel flusso di agglomerati di leucociti e la comparsa di aggregati di piastrine e di leucociti-piastrine in venule gastriche. Questa formazione è stata disaggregata da anticorpi contro molecole di adesione specifici (L-e P-selectina). La sfida futura è quella di acquisire maggiori conoscenze in questo campo e di tradurre queste informazioni nella pratica clinica.

Bibliografia:
Fagoonee S, De Angelis C, Elia C, Silvano S, Oliaro E, Rizzetto M, Pellicano R. Potential link between Helicobacter pylori and ischemic heart disease: does the bacterium elicit thrombosis? Minerva Med. 2010 Apr;101(2):121-5.

 Per commentare e approfondire l’argomento.:Gruppo Nuove Frontiere della Genetica

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato