+16% per Eli lilly: continua a ottenere risultati finanziari solidi

| 23/07/2010 15:59

Un utile netto pari a 1,35 miliardi di dollari, in progressione del 16% rispetto a 1,15 miliardi del secondo trimestre 2009. A riportarlo nel secondo trimestre 2010 è l'azienda farmaceutica americana Eli Lilly. L'utile per azione si attesta a quota 1,22 dollari contro l'1,06 dello stesso periodo dello scorso anno. Le vendite hanno raggiunto i 5,75 miliardi di dollari, in crescita del 9%. Le performance migliori sono state quelle dell'antidepressivo Cymbalta* (duloxetina), in crescita del 17% a 867,7 milioni di euro, dell'anti-cancro al polmone Alimta* (pemetrexed), +43% a 551,8 milioni.

 Il farmaco più venduto rimane però l'anti-psicotico Zyprexa* (olanzapina), che ha raggiunto quota 1,26 miliardi di euro, in progressione del 5% nel mondo e del 10% a 638,2 milioni negli Stati Uniti. "Lilly continua a ottenere risultati finanziari solidi, sostenuta dall'aumento dei volumi di vendita e dagli sforzi per il contenimento dei costi", ha commentato John C. Lechleiter, presidente e amministratore delegato della società con base a Indianapolis. "Questo bilancio positivo - prosegue il manager - ci dà la possibilità di finanziare quasi 70 progetti clinici di ricerca e sviluppo, aumentando il numero di farmaci che arriveranno ai pazienti".

Fonte: AdnKronos

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato