A Bergamo, cure palliative anche per bimbi. 200 malati terminali in meno di due anni

Pediatria | | 26/07/2010 15:12

In meno di due anni 200 malati terminali curati a casa con assistenza sanitaria da hospice. Fra questi anche bambini. E' il bilancio del progetto di ospedalizzazione domiciliare e cure palliative pediatriche, lanciato dagli ospedali Riuniti di Bergamo nel novembre 2008. Un progetto che permette ai pazienti di trascorrere le ultime settimane di vita in un ambiente familiare, circondati dall'affetto dei propri cari. Un ingrediente fondamentale per rendere più sereno il momento finale di una grave malattia. Soprattutto per i più piccoli.

L'equipe dell'Unità di cure palliative dei Riuniti, spiega il direttore sanitario Claudio Sileo, "è una delle poche in Italia in grado di assistere anche pazienti pediatrici, che hanno bisogni

diversi dagli adulti". I Riuniti hanno avviato il programma di cure palliative in ambito pediatrico nel maggio del 2005, fino a dar vita al progetto 'Caterina'. In media in provincia di Bergamo ogni anno vengono assistiti 10 bambini che hanno bisogno di cure palliative

specialistiche, colpiti da malattie oncologiche, patologie congenite, malformazioni, o gravi patologie degenerative genetiche e metaboliche. In quasi 5 anni sono stati più di 50 i bambini assistiti. Bimbi inviati dalla sezione oncologica del reparto di Pediatria, dalla Terapia intensiva pediatrica o dalla Neuropsichiatria infantile. Anche quest'anno il progetto riceverà il sostegno economico dell'Associazione cure palliative (Acp) che ha messo a disposizione dell'ospedale una donazione di 150 mila euro. I fondi serviranno a finanziare la presenza di 3 medici e uno psicologo all'interno dell'équipe dell'Unità di cure palliative degli Ospedali Riuniti. La donazione è stata formalizzata oggi nella sala consiliare dell'azienda ospedaliera. "Il progetto di ospedalizzazione domiciliare ci consente di seguire i pazienti a casa, garantendo la reperibilità telefonica medica e infermieristica 24 ore su 24", conclude Gianbattista Cossolini, primario del reparto di Cure Palliative dei Riuniti. I Riuniti sono stati individuati dalla Regione Lombardia come centro di riferimento regionale per lo sviluppo di una rete lombarda per le cure palliative pediatriche.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato