Federfarma, la querelle sulle nomine rinviata a settembre

Farmacia | Redazione DottNet | 26/07/2010 17:51

Rinvio a settembre per il rinnovo dei vertici di Federfarma. L'assemblea nazionale dei titolari di farmacie ha infatti fatto passare, tra le tre giunte sul tavolo, la mozione della presidente dimissionaria Annarosa Racca, che impegna la stessa Racca e il presidente della Sunifar Cesare Quey a lavorare sul nuovo statuto. Il testo dovrebbe riscrivere, tra le altre cose, le regole per l'elezione dei vertici della Federazione, "e consentirci così di poter contare - spiega la stessa Racca  - su uno statuto condiviso e un presidente forte".  Racca e Quey dovrebbero portare il nuovo statuto al tavolo della prossima assemblea nazionale, già fissata per il primo settembre.

Per il giorno successivo, ovvero il 2 settembre, è invece in programma il comitato centrale. Ma se il nuovo statuto dovesse ottenere il via libera dell'assemblea, l'appuntamento del comitato centrale verrà probabilmente rinviato per eleggere i vertici di Federfarma attraverso le nuove regole. Salvo colpi di scena. Per il gruppo Mondo Farmacia clicchi qui.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato