Consumatori Usa a Fda, rendere pubblici tutti i dati per dare impulso all'innovazione scientifica

| 28/07/2010 10:43

farmaci fda

Rendere pubblici tutti i dati sulla sicurezza e l'efficacia dei farmaci, non sono quelli di interesse per la sanità pubblica. E' la richiesta fatta all'autorità americana sui medicinali Food and Drug Administration (Fda) dall'associazione di consumatori Public Citizen's Health Research Group (Hrg), con l'obiettivo di dare impulso all'innovazione scientifica. La proposta riguarda i dati presentati dalle aziende per ottenere il via libera agli studi clinici di sviluppo di farmaci e dispositivi medici e all'immissione in commercio dei loro prodotti.

Secondo l'Hrg, rendendo disponibili questi dati si potrebbe facilitare l'avanzamento della scienza e il risparmio di preziose risorse per la ricerca, poiché gli sperimentatori potrebbero non essere a conoscenza del fatto che, su un determinato medicinale o device, sono già disponibili ipotetiche prove di mancata efficacia. E in questo caso verrebbero proseguiti studi inutili su un prodotto che non ha chance di giungere sul mercato. In generale, poi, secondo l'organizzazione, l'avanzamento scientifico si basa sullo scambio di dati fra scienziati, che in questo modo possono imparare dagli sbagli o dai successi degli altri. Per quanto riguarda i dati dei trial clinici, secondo l'Hrg la Fda dovrebbe rendere pubblici anche i dati 'grezzi': da quando, nel 2007, esiste il sito clinicaltrials.gov, i ricercatori e il pubblico possono ottenere le informazioni di base sugli studi, ma le aziende attualmente sono incentivate a pubblicare solo i dati favorevoli ai loro farmaci, cosa che potrebbe avere un effetto fuorviante. Importante, dunque, la pubblicazione repentina anche dei dati sui farmaci che hanno fallito le sperimentazioni o che vengono ritirati dal mercato.

Fonte: AdnKronos

Per commentare approfondire l'argomento: Gruppo Mondo Farmacia