Andranno sul territorio i pazienti non gravi e la prevenzione

Medicina Generale | Redazione DottNet | 25/09/2008 15:48

Spostare sul territorio l'assistenza per i pazienti che nelle strutture di pronto soccorso sono classificati come non gravi, con i codici bianchi e verdi, e inoltre le attività di prevenzione. 

 E' questo il tema di un accordo fra ministero della Salute, medici di famiglia e medici ambulatoriali annunciato a Roma dal sottosegretario al Welfare con delega per la Salute, Ferruccio Fazio. ''Mi auguro che fra non oltre dieci giorni annunceremo l'accordo con i medici di base e con il Sumai per spostare sul territorio i codici bianchi e verdi'''', ha detto Fazio intervenendo alla presentazione della campagna ''Nastro rosa'' della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt). ''Una delle priorità del governo - ha aggiunto - è portare i servizi sul territorio sia per motivi di finanza pubblica ma anche perchè bisogna introdurre una maggiore autonomia nella medicina''. Oltre ai codici bianchi e verdi, l'accordo prevede di spostare sul territorio i servizi di prevenzione primaria (relativi alla diffusione di stili di vita più corretti), secondaria (rivolta a categorie a rischio) e terziaria (tesa a evitare ricadute in chi è giù malato). Fazio ha inoltre reso noto che presso il ministero della Salute è stato istituito un gruppo di lavoro sulla riqualificazione degli ospedali. Dovrà occuparsi sia degli interventi architettonici sia degli aspetti relativi all'umanizzazione degli ospedali, con servizi di informazione e assistenza dei pazienti sia sul territorio che negli ospedali

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato