Liraglutide più efficace per il diabete 2

Redazione DottNet | 26/09/2008 14:53

diabete glicemia

Il Liraglutide, un nuovo trattamento per il diabete di tipo due, migliora il controllo glicemico rispetto alla terapia convenzionale orale col glimepiride. E' quanto dimostra la sperimentazione clinica di fase 3 ''LEAD 3'' i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Lancet. 

Il liraglutide è un analogo umano dell'ormone GLP-1, stimola il rilascio di insulina solamente quando la glicemia diventa eccessivamente elevata e sarà in commercio nel 2009 in monosomministrazione. Lo studio ha dimostrato che l'assunzione di liraglutide induce miglioramenti statisticamente significativi e prolungati nel controllo della glicemia in pazienti affetti da diabete di tipo 2 nelle fasi precoci della malattia, rispetto a glimepiride, un farmaco antidiabetico orale largamente diffuso. Secondo quanto si legge in una nota della azienda produttrice Novo Nordisk, il trattamento con liraglutide induce inoltre perdita di peso, riduzione della pressione sistolica e diminuzione degli episodi di ipoglicemia dopo 52 settimane di trattamento.