Sanofi-Aventis alla conquista di Genzyme, ma i vertici della biofarmaceutica americana bocciano l’offerta

Adelaide Terracciano | 03/09/2010 13:04

Sanofi-Aventis alla conquista di Genzyme. Il colosso francese del farmaco ha annunciato un'offerta da 18,5 miliardi di dollari (69 dollari per azione) per l'acquisizione della società biofarmaceutica americana. Un'Opa che arriva dopo numerosi tentativi di discutere una proposta di fusione con il management di Genzyme, ricorda il gigante parigino in una nota. L'offerta avanzata agli azionisti, sottolinea Sanofi, rappresenta un premio di quasi 31% rispetto al prezzo medio di chiusura dell'azione Genzyme dall'inizio di luglio al 22 luglio, il giorno prima che iniziassero a circolare rumors su una possibile scalata di Sanofi-Aventis a Genzyme.

Ma i vertici dell'americana Genzyme hanno bocciato con decisione l'offerta di acquisizione da 18,5 miliardi di dollari proposta dal gigante francese del farmaco Sanofi-Aventis. In una nota, l'azienda biotecnologica Usa conferma di avere ricevuto un'offerta non sollecitata e non vincolante da 69 dollari per azione, in una lettera indirizzata da Sanofi al presidente e Ceo di Genzyme, Henri A. Termeer. Il board direttivo si è riunito la notte scorsa per esaminare la proposta, si legge nel comunicato, e all'unanimità il Cda ha deciso di respingere l'offerta. Genzyme allega nella nota la risposta di Termeer al numero uno di Sanofi-Aventis, Christopher A. Viehbacher, in cui si sottolinea come l'offerta contenuta nella lettera ricevuta ieri sia identica a quella avanzata un mese fa. "Un prezzo di partenza irrealistico - si legge nella missiva del Ceo di Genzyme al 'collega' di Sanofi - che sottovaluta enormemente il valore della nostra compagnia".

Fonte: AdnKronos

Per commentare e approfondire l’argomento: gruppo Marketing Farmaceutico

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato