Credito alle farmacie dal banco di Napoli

Redazione DottNet | 13/09/2010 15:11

Entra nel vivo il progetto congiunto di collaborazione tra il Banco di Napoli e Mediofactoring (società controllata al 100% dal Gruppo Intesa Sanpaolo), finalizzato a fornire credito al settore delle farmacie, ritenuto di interesse per l'intero territorio. L'accordo 'mette a disposizione un plafond di 200 milioni di euro, a cui hanno già fatto ricorso molte farmacie. E' quanto mai attuale data la fase di stallo dei crediti vantati sia in Campania che nel Mezzogiorno'. L'accordo, si spiega, 'si sostanzia in un intervento finanziario a supporto delle oltre 3.600 farmacie operanti nelle regioni meridionali in cui è attivo il Banco di Napoli, e cioè Campania, Calabria, Puglia e Basilicata'.

 La facilitazione consiste nell'attualizzazione dei crediti, stimati in circa 2,5 miliardi di euro, vantati dalle farmacie delle suddette quattro regioni nei confronti del Servizio Sanitario Nazionale, attraverso l'utilizzo dello strumento del factoring. Le farmacie che aderiranno al finanziamento potranno, conclude la nota, 'accedere a un prodotto finanziario innovativo e flessibile, attualizzare il valore dei crediti vantati nei confronti del Sistema sanitario nazionale a condizioni contenute e beneficiare di una gestione amministrativa semplificata. Le farmacie potranno smobilizzare i propri crediti vantati verso il Servizio Sanitario Nazionale per un periodo massimo di 24 mesi dalla data di emissione della fattura. Per il gruppo Mondo Farmacia, clicchi qui.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato