Racca confermata alla guida di Federfarma. Ma a maggio si tornerà a votare

Redazione DottNet | 13/09/2010 16:57

federfarma

Annarosa Racca confermata presidente di Federfarma con 121 voti, mentre 100 preferenze sono state raccolte da Augusto Luciani. A rieleggerla a capo del sindacato dei titolari di farmacie è stata l'assemblea generale, che nella scelta del presidente ha preso il posto dei 51 rappresentanti del comitato centrale, come previsto dal nuovo Statuto approvato i primi di settembre. Per Racca, giunta alla seconda presidenza, si tratta comunque di un mandato breve, perché la Federazione tornerà ancora alle urne il prossimo maggio per le regolari elezioni. Queste, infatti, hanno seguito le dimissioni della Racca del luglio scorso, dimissioni successive agli strappi interni al sindacato dopo le tormentate vicende legate alla Manovra.

"La mia più grande soddisfazione", ha commentato Annarosa Racca, "è quella di essere stata eletta alla carica di presidente dall'Assemblea di Federfarma, cioè da una base molto più rappresentativa dell'universo farmacia rispetto alla precedente consultazione elettorale". Le elezioni, ha spiegato il presidente, "si sono svolte sulla base delle regole del nuovo Statuto, modificato in ottemperanza all'impegno che avevo preso al momento della mia candidatura. Ora continuerò con grande e rinnovato slancio a lavorare per la categoria e affinché i cittadini abbiano una farmacia sempre più moderna e funzionale a tutela della salute collettiva". Il nuovo presidente del Sunifar, il sindacato unitario dei farmacisti rurali, è Alfredo Orlandi, presidente dell'associazione dell'Aquila distintosi, tra l'altro, per la sua attività in favore del ripristino del servizio farmaceutico a partire dalle ore immediatamente successive al grave sisma che ha colpito l'Abruzzo. "Con i miei miei colleghi rurali", ha sottolineato Orlandi, "siamo già pronti a lavorare: ci incontreremo tra qualche ora, non appena terminate le operazioni di spoglio delle schede per l'elezione dei componenti del Consiglio di Presidenza". Per il gruppo Politica e legislazione farmaceutica, clicchi qui.