Fazio, influenza prima del previsto. Pronto il vaccino unico. I “vecchi” si butteranno

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 13/09/2010 17:09

Il picco di influenza stagionale potrebbe quest'anno arrivare in anticipo, e presentarsi molto prima di come accade di solito. A dirlo è il ministro della Salute Ferruccio Fazio, oggi a Milano a margine di un incontro sui fondi integrativi in sanità. 'Ci sono alcuni dati - ha detto il ministro - secondo i quali il picco di influenza stagionale potrebbe essere anticipato rispetto al normale'. Novità anche sul fronte del vaccino, che potrebbe diventare unico per entrambe le influenze: 'Quest'anno il vaccino che verrà messo a disposizione, e che annunceremo nei prossimi giorni, oltre ai ceppi influenzali degli anni scorsi comprenderà anche quello dell'H1N1', ovvero il virus dell'influenza A, che nella scorsa stagione era stato dichiarato 'pandemico'.

 Sul destino delle 'vecchie' dosi di vaccino contro l'influenza A, acquistate l'anno scorso e poi in gran parte rimaste inutilizzate, Fazio non ha preso una posizione netta, ma si è limitato a dire che il loro uso 'dipenderà dalle scelte che faranno le Regioni'. Sull'argomento si è espresso anche l'assessore alla sanità della Lombardia Luciano Bresciani, il quale ha sottolineato che 'il vaccino non scade mai. Il vaccino dell'anno venturo includerà sicuramente l'H1N1 ma: o facciamo 2 vaccini, e usiamo anche quelli vecchi; oppure di vaccinazione ne facciamo una sola, in cui però non possono essere utilizzate le vecchie dosi'. Dato che l'impostazione del Governo è orientata verso il vaccino unico, c'è l'eventualità che i 'vecchi' vaccini contro l'influenza A rimangano inutilizzati ancora una volta, almeno in Italia. Per il gruppo La sanità che vorremmo, clicchi qui.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato