La Candida Albicans forma biofilm. Pubblicati i risultati del Wayne State University School of Medicine

| 17/09/2010 10:34

La formazione di biofilm abiotici hanno un ruolo stabilito in caso di infezioni sistemiche da Candida, non era ancora ben noto se la  C. albicans formasse dei  biofilm sulla mucosa vaginale e il loro eventuale ruolo nell’evoluzione della malattia. Harriott e collaboratori si sono preoccupati di indagare sulla presenza e sulla struttura di biofilm nelle infezione da Candida Albicans. Sono stati utilizzati a tale scopo dei modelli murini di vaginite in vivo ed ex vivo e le analisi sono state effettuate mediante scansione elettronica e microscopia focale. In particolare sono stati usati: ceppi di candida albicans 3153A (ceppo di laboratorio), DAY185 (ceppo  di controllo parentale), e mutanti difettosi nella morfogenesi e / o formazione di biofilm in vitro (efg1/efg1 e bcr1/bcr1).

Sia il 3153° che DAY815 formavano biofilm sulla mucosa vaginale in vivo ed ex-vivo  indicato dall’ elevato carico di funghi e l’analisi microscopica ha consentito di identificare la tipica architettura di un biofilm e la presenza di una matrice extracellulare co-localizzata con la presenza dei funghi. Al contrario i ceppi mutanti efg1/efg1 and bcr1/bcr1 si sono dimostrati poco inclini alla formazione di biofilm/produzione extracellulare in entrambi i modelli rispetto ai ceppi wildtype e ai  mutanti integrati nonostante i livelli comparabili di colonizzazione. Dai dati raccolti si è concluso che anche la Candida Albicans forma biofilm sull’epitelio vaginale in vivo e che la sintesi dei biofilm richiede sia la regolazione della formazione dei biofilm (BCR1) e sia la morfogenesi ( EFG1).

Bibliografia: Harriott MM,et al. Candida albicans forms Biofilms on the Vaginal Mucosa. Microbiology. 2010 Aug 12

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato