Il farmacista sarà presente in ogni dipartimento ospedaliero

Redazione DottNet | 22/09/2010 20:35

Il ruolo dei farmacisti ospedalieri sta per cambiare. Il ministero della Salute sta infatti lavorando per creare e inserire il farmacista di dipartimento: una figura cioè che sarà presente in ogni dipartimento ospedaliero nella veste di consulente per il medico, sulla scorta di modelli già adottati negli Stati Uniti e in Germania. Lo hanno reso noto alcuni tecnici del ministero della Salute, durante un seminario sulla gestione del rischio clinico e sicurezza nell'uso dei farmaci.

 

'Negli ospedali i singoli reparti sono stati ormai conglobati nei dipartimenti, cui fanno riferimento più discipline insieme - spiega Filippo Palumbo, capo dipartimento Qualità del ministero della Salute - Spesso però per il medico è molto difficile avere un dialogo con il farmacista ospedaliero, perché magari la farmacia ospedaliera è lontana o ci sono code lunghe. La nostra idea è quella di avvicinarla di più ai medici, mettendo un farmacista in ogni dipartimento ospedaliero, in modo da affiancarli nell'attività clinica nella veste di consulenti fissi, mantenendo anche la loro attività di distribuzione interna dei farmaci'. Questo tipo di figura, che già alcuni ospedali italiani hanno iniziato ad implementare, 'sarà più realizzabile - conclude Palumbo - negli ospedali di medie e grandi dimensioni, dopo che verranno riconvertiti quelli piccoli'. Per commentare, clicchi qui.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato