Approvate le nuove disposizioni in materia sanitaria: molte le novità

Sanità pubblica | Silvio Campione | 24/09/2010 16:06

"Abbiamo voluto dare risposte sempre più appropriate e qualificate alle necessità dei cittadini". Con queste parole il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha accolto l'approvazione del Consiglio dei Ministri del disegno di legge su 'Sperimentazione clinica e altre disposizioni in materia sanitaria', proposto dallo stesso Fazio. Il Ddl, spiega il ministro, "nasce dall'esigenza di adottare ulteriori e più significative misure per garantire in vari settori quali la ricerca sanitaria, la sicurezza delle cure, le professioni sanitarie, la sanità elettronica, una maggiore funzionalità del Servizio sanitario nazionale e delle prestazioni erogate per dare risposte sempre più appropriate e qualificate alle necessità dei cittadini".

Ecco il testo del ddl:

Sperimentazione clinica - Delegato al Governo il riassetto e la riforma della normativa in materia di sperimentazione clinica dei medicinali per uso umano da attuarsi entro nove mesi dall'entrata in vigore della presente legge attraverso l'emanazione di uno o più Decreti legislativi proposti dal ministro della Salute di concerto con i ministri per le Politiche europee, della Giustizia, dell'Economia e delle Finanze, per la Semplificazione normativa, per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione, dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca; del Lavoro e delle Politiche Sociali, acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano. I Decreti dovranno prevedere il riordino e l'individuazione del numero dei Comitati etici, prevedendo in ogni caso almeno un Comitato per ogni Regione e tenendo in considerazione il numero di Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico; l'individuazione dei requisiti dei centri autorizzati alla conduzione delle sperimentazioni cliniche dalla fase 0 alla fase IV; la realizzazione di una rete dei Comitati etici; meccanismi di valutazione delle performance delle aziende sanitarie pubbliche nell'ambito delle sperimentazioni; l'istituzione di un portale per il cittadino. Via libera all'ingresso di infermieri e fisioterapisti nelle farmacie, dove si potranno effettuare prestazioni "analitiche" ma anche "strumentali". Stop, invece, all'ingresso dei medici, che non solo non potranno operare all'interno delle strutture ma non potranno avere convenzioni con le farmacie per la partecipazione agli utili. Pena una sanzione amministrativa da 5 mila a 20 mila euro. E' quanto prevede il disegno di legge che regola le sperimentazioni cliniche, approvato questa mattina nel corso del Consiglio dei ministri, e che modifica il testo unico delle leggi sanitarie. "Gli esercenti le professioni o arti sanitarie - si legge nel ddl - possono svolgere, in qualsiasi forma, la loro attività in farmacia, ad eccezione dei professionisti abilitati alla prescrizione di medicinali".

Dispositivi medici - Dall'entrata in vigore della legge al 31 marzo 2012 le aziende che producono o commercializzano in Italia dispositivi medici, compresi quelli medico-diagnostici in vitro e su misura, sono tenute in ogni vendita effettuata a strutture del Ssn, al versamento a favore dell'acquirente dell'1 per cento della somma fatturata al netto dell'IVA. Si prevede entro 30 giorni l'istituzione di un tavolo al ministero della Salute, con la partecipazione del Dipartimento per gli affari regionali del ministero dell'Economia, del ministero dello Sviluppo, dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali, di rappresentanti regionali e delle associazioni industriali per predisporre una proposta organica per la sostituzione della disciplina dei prezzi da porre a base d'asta.

Finanziamenti ricerca - Dal 2010 nell'ambito delle risorse previste per il finanziamento dei bandi di 'ricerca finalizzata' una quota pari al 10% di tali risorse è destinata a progetti presentati da ricercatori di età inferiore ai quarant'anni. Inoltre stabilisce che con Decreto del ministro della Salute siano definite le modalità per consentire al singolo di completare il progetto di ricerca qualora venga meno il rapporto con la struttura nella quale è stato avviato il progetto. Ciò significa che i finanziamenti sono destinati alla persona e non alle istituzioni.

Direttori scientifici Irccs - Il rapporto di lavoro del direttore scientifico può essere a carattere esclusivo o non esclusivo delle prestazioni e regolato da un contratto di diritto privato. Nel caso di rapporto non esclusivo, l'assunzione dell'incarico dovrà comunque avvenire nel rispetto dell'ordinamento giuridico dell'amministrazione di appartenenza e comporterà la riduzione del 30% della retribuzione rispetto a quella prevista per il direttore scientifico con rapporto di lavoro esclusivo.

Pignoramenti - Disposto il divieto di atti di sequestro e pignoramento presso terzi a valere sui fondi destinati al finanziamento della ricerca sanitaria, corrente e finalizzata, svolta dagli enti destinatari dei finanziamenti di cui agli articoli 12 e 12-bis d.lgs. n. 502 del 1992.

Programmi d'investimenti in edilizia e tecnologie sanitarie - Ammessi a beneficiare degli interventi (art. 20 della legge n. 67 del 1988) anche l'Agenzia italiana del farmaco (AIFA), l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS) e il ministero della Salute, quest'ultimo relativamente alla realizzazione e ristrutturazione di locali destinati ad accogliere materiale per le attività svolte in favore del SSN.

Professioni sanitarie - Gli Ordini e le relative Federazioni dovranno essere Enti pubblici non economici istituiti al fine di tutelare i cittadini e gli interessi pubblici sottoposti alla vigilanza del ministero della Salute. Istituito un Ordine specifico per la professione odontoiatrica, nel rispetto dei diritti acquisiti dagli iscritti agli Albi dei medici chirurghi e degli odontoiatri, fermo restando l'obbligo di iscrizione per l'esercizio specifico della professione. E' prevista l'abrogazione delle attuali norme che indicano il diploma di specializzazione in odontoiatria quale requisito necessario per accedere al profilo professionale dirigenziale e per il conferimento dell'incarico di responsabile di struttura complessa del Servizio sanitario nazionale.

Segnalazione eventi avversi - Allo scopo di migliorare la qualità dei servizi sanitari erogati e la sicurezza dei pazienti è prevista l'implementazione di sistemi di segnalazione degli eventi avversi per individuare le problematiche organizzative che concorrono a generare tali eventi nelle strutture sanitarie.

Cure termali - Prevista una delega per il riordino delle attività idrotermali. In particolare il Ddl consente, attraverso l'elaborazione di un testo unico meramente compilativo, di disporre di un quadro normativo certo, sul quale poter sviluppare iniziative di rilancio e sviluppo, per una politica di riqualificazione e promozione del patrimonio idrotermale, cui necessariamente si collegano le esigenze di valorizzazione del patrimonio ambientale.

Sanità elettronica - Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE), fino a oggi non disciplinato a livello nazionale da norme di carattere primario o secondario, è definito come l'insieme dei dati e documenti digitali di tipo sanitario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti l'assistito. Il Fascicolo sanitario elettronico è istituito dalle Regioni e Province autonome, nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali a fini di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione; studio e ricerca scientifica in campo medico, biomedico ed epidemiologico; programmazione, gestione, controllo e valutazione dell'assistenza sanitaria.

Registri - Sono istituiti sistemi di sorveglianza e registri di rilevante interesse sanitario e di impianti protesici ai fini di ricerca scientifica in ambito medico, biomedico ed epidemiologico al fine di garantire un sistema attivo di dati anagrafici, sanitari ed epidemiologici per registrare e caratterizzare tutti i casi di un rischio per la salute, di una particolare malattia o di una condizione di salute rilevante in una popolazione definita. Per commentare clicchi qui.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato