Ue, monitorati i nuovi farmaci per migliorare la sicurezza al paziente

Farmaci | Redazione DottNet | 25/09/2010 20:09

Il Parlamento europeo ha messo i 500 milioni di cittadini nell'Ue al centro di un nuovo sistema di monitoraggio e d'allerta per garantire la sicurezza dei farmaci in Europa. Dei farmaci piu' sicuri grazie anche agli stessi pazienti che potranno segnalare direttamente, via web, eventuali effetti collaterali o indesiderati. Basti pensare che secondo le stime riportate dall'Ufficio dei consumatori nell'Ue (Beuc), 'sono circa 197mila gli europei che muoiono ogni anno a causa di reazioni indesiderate dei farmaci; ossia la quinta causa di morte negli ospedali'.

E proprio i consumatori europei si rallegrano della decisione presa del Parlamento 'convinti che il sistema di farmacovigilanza debba essere solido, trasparente e con un approccio proattivo'. Sulla base della relazione dell'eurodeputata britannica Linda McAvan (S&D), la nuova legislazione prevede la creazione di nuovi siti web nazionali collegati ad un portale europeo che forniranno ai cittadini tutte le informazioni sulle medicine e gli eventuali effetti indesiderati. I cittadini a loro volta potranno segnalare reazioni avverse di un farmaco o altro.

Inoltre, sara' disponibile la lista dei nuovi medicinali o prodotti che contengono una nuova sostanza attiva, e che devono ancora sottostare ad ulteriori controlli. Questi farmaci potranno essere identificati grazie 'ad un simbolo nero' accompagnato dalla dicitura 'questo medicinale e' soggetto ad un ulteriore controllo'. Grazie poi alla banca dati 'Eudravigilance' ci sara' un unico punto di ricevimento delle informazioni di farmacovigilanza provenienti dalle aziende farmaceutiche e dalle autorita' nazionali e sara' accessibile ad istituzioni, operatori ed un pubblico ampio.

Particolarmente soddisfatto della decisione il commissario europeo alla sanita' John Dalli convinto che la nuova legislazione (operativa a circa meta' del 2012) ''garantira' una maggior sicurezza al paziente e migliorera' la sanita' pubblica'. Per commentare clicchi qui.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato