Fazio al battesimo della vaccinazione antinfluenzale

Redazione DottNet | 27/09/2010 19:09

fazio influenza iss medicina-generale sanità-pubblica vaccino

Il ministro della salute Ferruccio Fazio quest'anno si vaccinerà per la prima volta contro l'influenza stagionale. Lo ha detto a margine della sua visita all'Istituto Mario Negri di Milano spiegando che, da quest'anno, avendo raggiunto i 65 anni di età rientra nelle categorie considerate a rischio. Fazio diventa quindi una sorta di 'testimonial' per lanciare la campagna di vaccinazione, prevista a partire dal primo ottobre. A fargli compagnia anche il farmacologo Silvio Garattini, direttore e fondatore del Mario Negri.

'Certo che mi vaccinerò - ha detto Fazio - perché ho appena passato i 65 anni. L'anno scorso non l'ho fatto perché non li avevo ancora, ma sopra i 65 anni è necessario vaccinarsi'. 'Mi vaccinerò anche io - ha aggiunto Garattini - perché rientro nelle categorie a rischio. Bisogna fare in modo che vengano vaccinati coloro che sono ad alto rischio, ma al tempo stesso bisogna operare perché dove ci sono le sorgenti dei virus ci sia un'attività di bonifica'. In una precedente occasione, infatti, Garattini parlando dell'influenza aviaria precisò che se il mondo occidentale avesse impiegato i soldi che ha speso per i vaccini per evitare i contagi tra uomo e animale nei territori a rischio e con condizioni igieniche precarie, 'l'aviaria sarebbe stata debellata per sempre'. Quindi, ha concluso riferendosi allo stesso concetto, 'serve non solo vaccino, ma anche la prevenzione nei focolai in cui origina'. Per commentare clicchi qui.