Fazio, pillola 5 giorni dopo è all'esame del CSS

Ginecologia | Adelaide Terracciano | 28/09/2010 13:38

La pillola dei cinque giorni dopo e' all'esame del Consiglio superiore della sanita', che ''la esaminera' sia dal punto di vista medico che dal punto di vista della compatibilita' con la legislazione nazionale''. Lo ha detto il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, a margine della conferenza stampa sull'agenda bioetica del governo. Al Css, ha spiegato il sottosegretario Eugenia Roccella, e' stato sottoposto ''un quesito'' sulla ''natura tecnica'' di EllaOne (questo il nome commerciale della pillola, ndr) ''per chiarire se sia un farmaco di natura abortiva o contraccettiva''. La risposta, ha aggiunto, arrivera' ''al massimo entro un mese''.

La contraccezione d'emergenza, per la prima volta nel 2009 ha registrato un calo pari al 4,7%". Lo ha affermato Emilio Arisi, consigliere della Societa' italiana di ostetricia e ginecologia (Sigo), nell'ambito della conferenza stampa di presentazione dell'indagine condotta su 4mila ragazzi con la campagna Travelsex. "Nel corso del 2009 si e' inoltre registrato un aumento dell'uso della pillola contraccettiva (dal 16,2 al 16,3%). Tra le giovanissime la usa il 18%. Si tratta di un progresso non indifferente - ha aggiunto Arisi - se si considera che l'Italia era ferma da anni. Positivi anche i dati sul profilattico usato abitualmente dal 47% e dal 54% con un nuovo partner". Quanto ai mesi appena trascorsi, questa estate sei ragazzi su dieci in vacanza hanno avuto rapporti sessuali e il 72% ha usato contraccettivi e si e' protetto di piu'.

Fonte: AdnKronos

Per commentare clicchi qui

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato