Aiop: le Asl sono il più clamoroso conflitto d’interessi della sanità italiana

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 29/09/2010 10:10

Nel sistema sanitario italiano, e in particolare nelle Asl, 'vige il più clamoroso conflitto di interessi del nostro Paese'. Lo afferma Enzo Paolini, presidente nazionale dell'Associazione italiana ospedalità privata (Aiop). 'Nel nostro sistema sanitario - spiega Paolini - l'Asl, tranne che in Lombardia, è al tempo stesso programmatore, finanziatore, erogatore, pagatore, controllore dei propri concorrenti e controllato da se stesso'.

 A questo, il presidente Aiop aggiunge che 'se alle parole dei ministri Brunetta e Tremonti, che denunciano la presenza in Calabria di ospedali che producono prestazioni per 1.950.000 euro ma costano 21.800.000 euro, che hanno 19 posti letto e 200 dipendenti con un indice di inefficienza del 535%, non fanno seguito atti concreti, non si pongono le basi per un servizio sanitario efficace ed efficiente. Sarebbe necessario un segnale di orientamento politico - conclude Paolini - una volontà di governare, anche con scelte apparentemente impopolari'. Intanto  il Parlamento europeo sarà chiamato a dare il via libera alla direttiva per limitare i ritardi di pagamento delle pubbliche amministrazioni nei confronti dei loro fornitori di beni e servizi. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione europea, con delega all'Industria, Antonio Tajani, ricordando che poi gli Stati membri avranno 24 mesi di tempo per trasporre la direttiva nei loro ordinamenti nazionali. Il provvedimento prevede che le pubbliche amministrazioni debbano pagare i loro fornitori in un lasso di tempo che va dai trenta fino ad un massimo di sessanta giorni, limitatamente ad alcuni comparti come quello della sanità. Scaduto questo termine, scattera' una penale dell'8%. Grazie all'applicazione di questa direttiva, ha sottolineato Tajani, 'potranno essere rimessi in circolazione circa 180 miliardi di euro che costituiscono una boccata d'ossigeno soprattutto per le piccole e medie imprese'. Per commentare clicchi qui.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato