Biofosfonato orale contro osteoporosi raddoppia rischio tumore esofago, stomaco e colonrettale. Case report

| 29/09/2010 10:30

Un farmaco normalmente usato per combattere l'osteoporosi raddoppia il rischio di tumore all'esofago. E' quanto emerso da uno studio pubblicato dal British Medical Journal, secondo cui anche se il rischio rimane basso e' necessario parlarne con il medico prima di assumerlo. I ricercatori hanno studiato 3mila persone che facevano un uso regolare del bifosfonato, un farmaco che rafforza le ossa e che viene prescritto negli anziani per prevenire fratture, e hanno rilevato che il rischio di tumore in queste persone era passato da 1 su mille a 2 su mille.

La ricerca contrasta con altri studi simili che invece non avevano trovato alcuna correlazione. Il meccanismo non e' ancora stato scoperto, anche se si sa che il farmaco irrita l'esofago. "I casi rimangono comunque pochi", ha spiegato Jane Green, dell'Università di Oxford, "ma visto che il farmaco ha una sempre più vasta applicazione e' meglio essere informati degli eventuali effetti collaterali".

Bibliografia: Jane Green et al. Oral bisphosphonates and risk of cancer of oesophagus, stomach, and colorectum: case-control analysis within a UK primary care cohort. BMJ 2010; 341:c4444

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato