Irap, arrivano i primi rimborsi ai medici che l’hanno versata

Redazione DottNet | 11/10/2010 09:58

aifa aziende-farmaceutiche farmaci novartis roche

Sono in arrivo i primi rimborsi ai medici di famiglia dell'Irap, tassa per la quale si sono registrati molti ricorsi da parte dei camici bianchi che non la ritengono non applicabile a loro stessi. Lo ha annunciato  Carmine Scavone, vicesegretario nazionale vicario e coordinatore della Commissione nazionale Fimmg fisco, secondo cui si tratta di "una tassazione iniqua, per la particolarità del nostro lavoro".

 "Come commissione - spiega Scavone - abbiamo sottolineato il fatto che il medico di famiglia non deve pagare l'Imposta regionale sulle attività produttive (Irap) per la particolarità del rapporto di lavoro che è parasubordinato-convenzionato, mentre l'Irap è tipica del libero professionista puro. Infatti - prosegue - l'attività di lavoro eventualmente più organizzata del medico di famiglia, ad esempio con la presenza di personale di studio, non aumenta il guadagno, anzi talvolta lo abbassa". Ora, dopo molti ricorsi presentati dai medici sostenuti dal sindacato, arrivano i primi rimborsi. "Vogliamo ricordare - afferma Fiorenzo Corti, responsabile comunicazione Fimmg - che nelle sole Milano e Venezia, oltre mezzo milione di euro sono stati restituiti ai medici di famiglia, grazie all'impegno del sindacato". Per commentare clicchi qui.