Giorni: fenomeno extra sconti dovuto a interazione negativa tra legge '96 e '01

Medicina Generale | Redazione DottNet | 29/09/2008 16:55

Loredano Giorni della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni ha fatto notare come il fenomeno degli extrasconti sia dovuto, in pratica, a un’interazione negativa tra la legge del 1996, che fissava i margini alla distribuzione, e la legge del 2001, che imponeva al farmacista di segnalare al cittadino l’esistenza di un generico meno caro della specialità prescritta.

“Il legislatore prevedeva che i produttori avrebbero aumentato la differenza di prezzo rispetto alla specialità, ma questo non si è riflesso sul prezzo di fustella”.
Giorni ha anche stigmatizzato il fenomeno dello spostamento delle prescrizioni dalle specialità che stanno perdendo la copertura brevettuale ad altre più recenti: “Una situazione in cui al danno si aggiunge la beffa, quando si vede che un antibiotico riduce a un terzo le prescrizioni nel giro di un anno dall’arrivo del generico, quasi si curasse con i brevetti e non con i principi attivi”, ha concluso Giorni.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato