Cure palliative, al ministero un tavolo per gli ordinamenti didattici

Redazione DottNet | 20/10/2010 21:53

Si sta per costituire, presso il ministero dell'Istruzione con il ministero della Salute, un tavolo tecnico per la definizione degli ordinamenti didattici di specifici percorsi formativi in materia di cure palliative e terapie del dolore. Lo annuncia il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, rispondendo al Question time alla Camera ad un'interrogazione in materia di cure palliative e terapie del dolore. Il ministro ha poi sottolineato che in seguito all'insediamento della commissione prevista dalla legge sono stati compiuti una serie di interventi, dall'approvazione del Consiglio Superiore di sanità del documento (ora al vaglio del Economia) relativo alle linee guida per lo sviluppo e il coordinamento degli interventi regionali, all'approvazione del progetto dell'ospedale senza dolore (ora al vaglio della Conferenza Stato-Regioni), con cui si ripartiscono 2,5 milioni per progetti a carattere formativo, fino alla firma il 7 settembre scorso di un protocollo d'intesa per il monitoraggio delle reti delle cure palliative e delle terapie del dolore e all'istituzione del flusso informativo per il monitoraggio dell'assistenza erogata in hospice. "Siamo profondamente insoddisfatti della risposta del ministro Fazio.

 Annunciare  la formazione di un tavolo tecnico per definire ordinamenti e percorsi formativi in materia di terapia del dolore, ad un anno dall'entrata in vigore della legge 38/2010, è la prova che non è stato fatto nulla e che la legge è di fatto inapplicata su quasi tutto il territorio nazionale" così Antonio Palagiano, capogruppo IDV in Commissione Affari sociali alla Camera e Responsabile Dipartimento Sanità di IDV, durante il question time di oggi alla Camera dei Deputati. "Ogni anno più di 150 mila italiani necessitano di accedere alle cure palliative ed alla terapia del dolore ma a tutt'oggi non è stato fatto: nessun adeguamento delle strutture al "progetto ospedale senza dolore", nulla è stato fatto per la formazione ad hoc di personale medico e paramedico e nessuna campagna informativa. Ad oggi, si registra solo l'8 per cento in più di farmaci oppioidi prescritti. Chiediamo al ministro Fazio di stabilire con urgenza un piano per accelerare l'attuazione della legge ed il controllo della sua applicazione sul territorio, sulle Regioni e nei singoli ospedali" conclude Palagiano. Clicchi qui per inserire un commento.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato