Milillo (Fimmg): ci vorranno anni prima che la certificazione online vada a pieno regime

Silvio Campione | 25/10/2010 17:39

fazio fimmg medicina-generale sanità-pubblica sindacato

“Occorreranno anni prima che la certificazione online vada a regime”. Giacomo Milillo, segretario nazionale della Fimmg in un’intervista esclusiva rilasciata a Dottnet esprime i suoi dubbi sull’invio telematico del documento.

Milillo, i medici si lamentano delle difficoltà che incontrano nella spedizione, difficoltà anche di natura tecnica.

Ci sono senza dubbio problemi da risolvere. Come tutti i meccanismi, soprattutto quelli che hanno una base informatica, occorreranno tempi lunghi prima di definire ben rodato il sistema. E’ un percorso complesso che richiede inevitabilmente la collaborazione delle regioni. Ma alcune di queste non sembrano molto attive in tal senso.

 

Brunetta ha fissato per il 31 gennaio il termine ultimo, prima che il medico incorra nelle sanzioni per coloro che non invieranno il certificato via web. Secondo lei non è ipotizzabile un ulteriore rinvio?

A pieno regime si andrà solo fra qualche anno. Adesso siamo al 50 per cento, un risultato che considero ottimo. Di altri rinvii ne discuteremo nelle prossime riunioni con la commissione di collaudo. Voglio comunque precisare una cosa.

Dica pure

Ai medici non è possibile chiedere di anteporre lo sviluppo della certificazione telematica ai tempi di assistenza che inevitabilmente vanno dedicati ai pazienti. L’attenzione al malato ha la precedenza su qualunque cosa.  

Eppure Brunetta esulta per aver raggiunto quota un milione di spedizioni.

Un milione di certificati inviati via web è poca roba, se si considera che nell’arco di un anno ne facciamo almeno 25 milioni. 

Intanto il ministro della Salute Fazio ha convocato per il 28 ottobre una riunione tra sindacati, ordini e esperti proprio per fare il punto sulla certificazione. È un tentativo del ministro di sostituirsi a Brunetta o è solo un modo per dialogare e mediare con le organizzazioni di categoria dopo le frasi offensive del ministro all’Innovazione?

Fazio vuole portare a regime la certificazione on line. E in quest’operazione vuole solo affiancare Brunetta, senza scavalcare nessuno. Devo riconoscere che il ministro della Salute sta prestando grande attenzione alle difficoltà dei medici, tra cui appunto quelle relative alla certificazione online.

Clicchi qui per commentare.

Per l'intervista video a Milillo  clicchi qui: http://www.dottnet.it/DettaglioRaccolta.aspx?idraccoltamaster=1077