Probiotici in età pediatrica: impiego e effetti sulla gestione e prevenzione delle allergie alimentari

Pediatria | | 02/11/2010 15:10

Le allergie alimentari sono molto frequenti, soprattutto in età pediatrica; nella maggior parte dei casi  queste allergie si manifestano sono forma di rush cutanei o orticarie causate da una ipersensibilità mediata dalle IgE. Le forme di allergie sub-cutanee o croniche, invece,generalmente  non sono mediate dalle IgE. Del Giudice MM e i suoi collaboratori hanno condotto una serie di studi attraverso i quali si è evidenziato che gli allergeni  alimentari più comuni sono: il latte, seguito dalle uova, gli arachidi e le noci. È stato inoltre osservato che la sensibilizzazione al latte o alle uova in età pediatrica è associata ad un incremento dei rischi di sensibilizzazione agli acari della polvere e all’asma durante l’adolescenza.

La flora batterica intestinale gioca un ruolo molto importante nello sviluppo di allergie alimentari, la microflora intestinale soprattutto in tenera età  è essenziale nello sviluppo delle allergie poiché le barriere della mucosa e del sistema immunitario sono ancora immature. È stato osservato che i probiotici interagiscono con il sistema immunitario della mucosa seguendo lo stesso  pathway dei commensali batterici. I dati raccolti dallo studio hanno evidenziato che i batteri probiotici  inducono in vivo un aumento dei livelli plasmatici di IL-10 e il totale delle IgA nei bambini con predisposizioni allergiche. Tali dati sono anche supportati da numerosi studi clinici che mettono in evidenza i significativi benefici  dell’utilizzo  di probiotici nella prevenzione e  gestione delle allergie alimentari anche se  ci sono ancora molti pareri discordanti riguardo la loro efficacia.

Bibliografia: del Giudice MM, et al., Food allergy and probiotics in childhood. J Clin Gastroenterol. 2010 Sep;44 Suppl 1:S22-5.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato