Internet, aumentano gli acquisti di farmaci contro l’impotenza

Redazione DottNet | 03/11/2010 20:01

Per evitare l'imbarazzo di chiedere al medico la prescrizione sono sempre di più gli uomini che si rivolgono alla rete per ottenere il viagra e tutti gli altri farmaci contro l'impotenza, che sono di gran lunga quelli più acquistati in rete. Lo affermano gli esperti della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (Siams), che ne discuteranno al congresso che si apre oggi a Modena. "Chi acquista farmaci online deve conoscere i rischi a cui si espone - sottolinea Andrea Lenzi, presidente Siams - Nel 50% dei casi si tratta di una truffa e non arriva nulla di ciò che si è ordinato e pagato, oppure arriva invece un farmaco falso ed inefficace o pericoloso, sotto dosato, oppure sovra dosato e inquinato".

Questi medicinali contengono ingredienti di scarsissima qualità: da un campionamento fatto dall'Istituto Superiore di Sanità e dall'Aifa è risultato che in molti casi si tratta di pillole fabbricate semplicemente con eccipienti inerti, come gesso, talco, cellulosa o altro. Oppure sono fabbricate con mezzi rudimentali, come nel caso delle betoniere usate per la produzione di compresse per l'impotenza ritrovate in Medio Oriente. Il principio attivo inoltre è spesso inserito in proporzioni diverse dal medicinale originale: "Quando va bene quindi i 'falsi' rischiano di essere inefficaci - continua Lenzi - più spesso però sono tossici. Inoltre il mancato contatto con il medico impedisce di trovare le vere cause dell'impotenza e di curarle". Clicchi qui per commentare.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato