Prevenzione del melanoma, parte la campagna nelle farmacie campane

| 15/11/2010 10:25

Un affondo al melanoma. Con questo slogan ed il volto della campionessa italiana di scherma Valentina Vezzali parte la campagna di prevenzione contro il tumore della pelle promossa dall'Istituto nazionale tumori 'Pascale' di Napoli, Federfarma Campania ed Effe Group. A partire da meta' novembre sara' possibile trovare nelle farmacie della regione che aderiscono al progetto il sistema Fide (progettato e realizzato da Acs Advanced Computer System e distribuito da Effe Group), un'apparecchiatura tecnologicamente all'avanguardia che consente fotografare un neo sospetto, di inviare l'immagine presso il dipartimento di Oncologia medica del Pascale, e di avere nel giro di poche ore, al massimo 72, un referto sulla tipologia del nevo analizzato nel rispetto della privacy del paziente.

'In occidente l'incidenza del melanoma e' raddoppiata nell'ultimo decennio - dice Nicola Mozzillo, direttore della Chirurgia del melanoma e dei tessuti molli del Pascale - ma grazie alla diagnosi precoce la mortalita' va diminuendo'. Al Pascale si effettuano circa 250 diagnosi l'anno, il 70% delle quali sono diagnosi precoci. 'Le farmacie sono sparse in maniera capillare su tutto il territorio, e' di primaria importanza iniziare la prevenzione proprio in quei luoghi' dice Paolo Ascierto, direttore dell'unita' di Oncologia medica e promotore della Fondazione melanoma, che avverte: 'Prevenire il melanoma e' anche evitare l'esposizione alle lampade abbronzanti. L'esposizione prima dei 30 anni ha evidenziato un aumento dei casi di melanoma del 70%'. Attualmente il servizio e a pagamento, ciascun referto costera' 20 euro ma con il tempo e la sua diffusione nelle farmacie si conta di abbattere i costi e di equipararli al ticket. 'L'Istituto ci mette esclusivamente la competenza professionale - prosegue Tonino Pedicini, direttore generale del Pascale - contro il melanoma l'unica possibilita' e' la diagnosi tempestiva. Laddove purtroppo qualche paziente dovesse risultare avere un melanoma, al nostro istituto garantiremmo un percorso per affrontare la malattia. Va anche detto che se questa collaborazione con le farmacie dara' buoni risultati siamo pronti con Federfarma ad iniziare una collaborazione per le prenotazioni delle visite al Pascale in farmacia'. 'La farmacia non e' piu' solo dispensatrice di farmaci ma anche di servizi - dice Nicola Stabile, presidente Federfarma Campania -. Quello presentato oggi e' un progetto pilota a livello nazionale'.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato