Oltre 14milioni gli italiani che hanno usufruito degli ospedali: maggioranza soddisfatta

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 02/12/2010 23:11

Sono oltre 14 milioni gli italiani che nel 2010 hanno usufruito di servizi ospedalieri e tra i ricoverati negli ultimi 12 mesi ha preferito il privato accreditato il 30,4%, mentre oltre il 70% si è rivolto a strutture pubbliche. La grande maggioranza si dice soddisfatta delle prestazioni sanitarie erogate, sia nel settore pubblico sia nel privato accreditato. Il dato emerge da un'indagine su 2.000 famiglie condotta dall'Associazione italiana ospedalità privata (Aiop), nell' ambito del Rapporto sull'attività ospedaliera in Italia 2010.

- I MOTIVI DELLA SCELTA: gli italiani sono sempre più consapevoli della possibilità di poter scegliere, a parità di costi, tra strutture ospedaliere pubbliche o private accreditate. Si sceglie il pubblico perché è più vicino a casa (31,6%), o per farsi curare da uno specialista in particolare (25,3%). Chi sceglie il privato accreditato lo fa in primo luogo perché i tempi delle prestazioni sono più rapidi (35,1%), oppure per la vicinanza all'abitazione (30,4%).

- CITTADINI SODDISFATTI DELLE PRESTAZIONI SANITARIE: Il livello di soddisfazione complessivo per le prestazioni ricevute vede collocarsi al primo posto gli ospedali privati accreditati (91,5%), ma è soddisfatto anche chi usufruisce degli ospedali pubblici (88,7%).

- 14 MLN ITALIANI FRUITORI SERVIZI OSPEDALIERI NEL 2010: Negli ultimi 12 mesi il 23,8% degli intervistati ha usato servizi ospedalieri per un totale stimato di 11,9 milioni di persone a cui si aggiungono 2,4 milioni di minori presenti nelle famiglie intervistate: totale 14,3 milioni di italiani. Di questi, il 79,3% ha usufruito di ospedali pubblici, il 19,6% di ospedali privati accreditati mentre il 5,1% di cliniche private (cioè pagando le prestazioni di tasca propria). Il 4,2% del campione intervistato si è recato in ospedale per interventi o malattie gravi, il 19,6% per interventi o malattie leggere. L'afflusso ospedaliero è avvenuto per effettuare analisi (54%) o per visite specialistiche (50,6%), interventi (22,3%), accessi pronto soccorso (16,4%), attività di cura (10,1%), parti (3,1%). Sono gli uomini e le persone più anziane ad affrontare più malattie o interventi gravi. Clicchi qui per commentare

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato