Carie e parodontiti: in fase sperimentale nuova cura laser

| 10/12/2010 15:45

Il metodo presentato da un'Università giapponese potrebbe combattere definitivamente carie e parodontiti, in quanto  capace di distruggere in pochi minuti il 99,99% dei batteri all'origine delle patologie. La nuova tecnica è stata sviluppata all'Università di Tohoku da un'equipe scientifica dell'Università di Tohoku, guidata dal ricercatore Taro Kanno, che punta a rendere disponibile la cura nei prossimi anni. Per ora la tecnica, che impiega un laser a onde lunghe che colpisce acqua ossigenata formando un particolare tipo di ossigeno attivo, è stata testata solo su una soluzione dei quattro tipi di batteri presenti nella cavità orale: generando in questo modo un particolare tipo di ossigeno attivo, dotato di una forte azione antibatterica, secondo i ricercatori e' stato possibile distruggere oltre il 99,99% dei batteri entro tre minuti.

Il sistema al momento non risulta avere effetti collaterali, e potrebbe rivelarsi particolarmente utile per la cura di parodontiti localizzate in aree della bocca difficili da raggiungere, dove e' piu' facile l'insorgenza di nidi di batteri. Gli scienziati nipponici sono adesso al lavoro insieme a Ricoh Optical, azienda specializzata nella realizzazione di strumenti ad alta precisione, per sviluppare macchinari medici in grado di 'sparare' simultaneamente e con precisione la luce laser e il perossido di idrogeno nella bocca dei pazienti. Dopo la conclusione degli esperimenti sugli animali, l'equipe di ricerca prevede di avviare la fase di studio clinico nel corso dell'anno fiscale 2011.

Fonte: AdnKronos

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato