Niente glutine fino a 1 anno taglia rischi celiachia

Redazione DottNet | 02/10/2008 11:48

Biscotti, pasta, pane e pappe “glutine-free” fino al primo compleanno. La prevenzione della celiachia potrebbe, infatti, essere piuttosto semplice, almeno secondo uno studio italo-americano presentato al Congresso internazionale sulla celiachia a Genova. Secondo i ricercatori la soluzione potrebbe consistere nel non esporre al glutine durante il primo anno di vita i bambini potenzialmente a rischio di celiachia, ad esempio perché figli di genitori celiaci.
 

Il progetto italo-americano Celiprev (Rischio di malattia celiaca ed età di introduzione del glutine) è attivo dal 2004, ed è coordinato da Carlo Catassi, docente di pediatria all'Università Politecnica delle Marche e co-direttore del Centro di Ricerca sulla Celiachia dell'Università del Maryland (Usa). La sperimentazione, tuttora in corso, ha coinvolto a oggi 900 bimbi divisi in due gruppi.
Nella dieta del primo gruppo il glutine è stato introdotto a 6 mesi, nel secondo a 12 mesi. Obiettivo, definire il ruolo del momento di assunzione della sostanza nel manifestarsi della celiachia. I risultati rivelano che i piccoli esposti al glutine a 12 mesi hanno un rischio di sviluppare la malattia 4 volte inferiore rispetto ai bimbi che hanno cominciato a mangiarlo a 6 mesi. "Finora i piccoli sono stati seguiti per 5 anni: dovremo aspettare ancora per sapere se questo ottimo risultato si mantiene nel tempo. Ma ci sono buoni motivi per sperare che la celiachia si possa prevenire anche così in molti casi", conclude Catassi.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato