Da oggi il corso Ecm a distanza della Fnomceo sul governo clinico

Redazione DottNet | 14/12/2010 21:39

Sarà il Governo clinico - la strategia per il miglioramento continuo dei servizi sanitari, nella quale hanno un ruolo centrale i professionisti - il protagonista del programma di formazione che la Fnomceo mette a disposizione di tutti i Medici e gli Odontoiatri italiani. Partirà, infatti, domani, il corso Ecm, erogato prevalentemente in modalità Fad (Formazione a distanza), sui vari aspetti del Governo clinico. Promosso in collaborazione con il ministero della Salute e con l'Ipasvi (la Federazione dei Collegi degli Infermieri), il progetto si articolerà in tre step successivi. Il primo verterà sulla Root Cause Analysis, una metodologia per l'identificazione delle cause profonde degli eventi avversi e degli eventi 'sentinella', quelli sottoposti a un sistema di monitoraggio e sorveglianza dal ministero della Salute.

La seconda parte del corso, che sarà on line da febbraio, avrà come protagonista l'Audit clinico, che è il vero 'metro' per misurare la qualità dell'assistenza sanitaria: un processo nel quale i Medici, gli Odontoiatri, gli Infermieri effettuano una revisione regolare e sistematica della propria pratica clinica e, ove necessario, la modificano. Il percorso formativo si concluderà con una sezione dedicata al Governo clinico. Con questo nuovo progetto, la Fnomceo conta di aggiornare, in maniera sistematica e con standard uniformi, almeno quarantamila tra Medici e Odontoiatri. 'L'opera di alfabetizzazione in tema di 'risk management' dei professionisti della salute - afferma il presidente della Fnomceo, Amedeo Bianco - è un impegno prioritario, sancito anche, all'articolo 14, dal nostro Codice di Deontologia'. 'Il risk management - continua Bianco - è un obbligo etico e deontologico e riteniamo che tutti i medici debbano possedere gli strumenti culturali e pratici per padroneggiarlo'. 'La formazione del medico- commenta il referente della Fnomceo per il corso, il presidente di Udine Luigi Conte - è sempre più un processo 'long life', continuo e integrato, che parte dagli studi universitari e si conclude con il termine della vita professionale attiva. L'obiettivo è la costruzione di quel 'medico di qualità' che è la condizione necessaria per la qualità delle cure'. Clicchi qui per commentare.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato