Fattori di rischio per nefrolitiasi nei bambini

Redazione DottNet | 02/10/2008 12:18

calcoli-urinari nefrolitiasi

Presso il Dipartimento di Pediatria dell’Ankara Research and Training Hospital ad Ankara in Turchia, è stato effettuato uno studio per valutare l’outcome clinico in bambini con calcoli urinari ed i fattori di rischio di nefrolitiasi nell’infanzia. Lo studio ha coinvolto 62 bambini (48% ragazze e 52% ragazzi) con nefrolitiasi, di età media 8.8 +/- 4.5 anni (1-16 anni), giunti presso il Dipartimento per visite di routine tra Gennaio 2002 ed Agosto 2006.

E’ stata riscontrata ipercalciuria in 25 (40%) pazienti. L’escrezione urinaria media di calcio nei pazienti ipercalciurici risultava 5.7 +/- 1.2 mg/kg (4.8 mg/kg per die). 15 (60%) tra i pazienti ipercalciurici presentavano dolore addominale o al fianco, 7 (28%) avevano ematuria macroscopica e 3 (12%) avevano disuria. Ipocitraturia è il secondo importante fattore di rischio per nefrolitiasi. L’escrezione urinaria di calcio ha mostrato una correlazione positiva con la misura del calcolo; una correlazione positiva è stata evidenziata tra infezioni del tratto urinario ed ipercalciuria; l’escrezione urinaria di citrato ha mostrato una correlazione negativa con infezione ricorrente del tratto urinario. Si è rilevato che iperuricaciduria e iperossaluria non hanno nessun effetto sulla misura del calcolo e l’infezione del tratto urinario dei pazienti. I calcoli sono stati eliminati con ESWL in 2 pazienti, interventi endoscopici sono stati utilizzati in 1 paziente e 2 hanno subito procedura chirurgica. In conclusione, tutti i bambini con nefrolitiasi dovrebbero avere un “metabolic screen” ed i bambini con storia familiare positiva dovrebbero essere attentamente monitorati.
Per saperne di più