Ssn, italiani sempre più insoddisfatti. Bene i medici di medicina generale, ma il dato è in calo

Sanità pubblica | Silvio Campione | 31/01/2011 09:55

Gli italiani sono sempre più insoddisfatti del Servizio Sanitario Nazionale, soprattutto per i lunghi tempi di attesa, la scarsa qualità delle strutture, il costo del ticket e l'assistenza ospedaliera. E' quanto rileva il Rapporto Eurispes Italia 2011, secondo il quale il 61,4% degli intervistati ha espresso un parere negativo sull'SSN. Rispetto al 2010 il livello di insoddisfazione è cresciuto del 5,1% e i più scontenti sono gli abitanti delle Isole (70,7%), del Sud (58,5%) e del Nord Est (58,2%). Il 79,4% degli italiani è scontento dei tempi di attesa intollerabili, dato che in un anno è peggiorato del 4,9%. La qualità delle strutture ospedaliere, poi, risulta insufficiente per i due terzi del campione (66,1%) e anche in questo caso si tratta di un valore peggiorato nell'ultimo anno dell'8,5%.

 Un dato positivo si registra riguardo alla professionalità di medici e infermieri: il 64,2% è soddisfatto della preparazione dei medici (dato in calo rispetto al 2010 del 7,4%) e il 60,2% è contento del personale infermieristico. Cresce il malcontento per il costo del ticket. In un anno è balzato del 5,2%, lasciando insoddisfatti 6 italiani su 10. Quanto ai casi di malasanità che interessano alcuni ospedali, le cause rilevate dal 47% degli intervistati sono un insieme di fattori: le carenze delle strutture, i medici, i tagli alla sanità e gli infermieri. Clicchi qui per commentare.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato