Oms, 150 minuti di attività fisica a settimana per ridurre il rischio tumore

Oncologia | Redazione DottNet | 03/02/2011 19:30

Compiere centocinquanta minuti di attività fisica a settimana può ridurre il rischio di cancro al seno e al colon, fino ad un quarto, hanno affermato a Ginevra esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dell'Unione internazionale per il controllo del cancro (Uicc), in occasione della Giornata mondiale contro il cancro che si celebra il 4 febbraio. 'L'attività fisica ha un importante ruolo da svolgere per ridurre l'incidenza di alcuni tipi di cancro', ha detto il dottor Ala Alwan, direttore generale aggiunto dell'Oms per le malattia non trasmissibili e la salute mentale.

Nel 2008, circa 460mila donne sono morte di cancro al seno e circa 610mila persone (uomini e donne) di cancro colonrettale. Secondo l'Oms compiere almeno 150 minuti di attività fisica moderata ogni settimana per le persone oltre i 18 anni può ridurre il rischio di malattie non trasmissibIli, cancro al seno e al colon inclusi. Per i 5-17 anni, almeno 60 minuti di attività fisica o intensa a settimana possono proteggere la salute e quindi prevenire lo sviluppo di tali malattie. Purtroppo, si stima che il 31% della popolazione mondiale non fa abbastanza attività fisica. L'assenza di esercizio e movimento è il quarto fattore di rischio per l'insieme dei decessi, ha affermato l'Oms. Il cancro è la seconda causa di morte nel mondo dopo le malattie cardiovascolari, ha spiegato l'Oms in occasione della Giornata mondiale contro il cancro del 4 febbraio. Tra i diversi fattori di rischio per il cancro - ha precisato - figurano inoltre il tabacco, alcune infezioni virali (epatite B, papilloma umano), l'obesità, le radiazioni, alcuni fattori alimentari, un uso nocivo dell'alcol e l'esposizione ad alcune sostanze.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato