Doxofillina nel trattamento delle malattie polmonari: review

Pneumologia | Redazione DottNet | 18/02/2011 11:01

Le basi xantiniche come la teofillina sono state impiegate nel trattamento delle malattie polmonari fin dai primi anni del 1900, ma presentano una finestra terapeutica molto ristretta e possono dare interazioni con altri farmaci. Inoltre l’immissione in commercio di altre classi di farmaci ha limitato l'uso delle xantine.

La doxofillina è una base xantinica che sembra avere sia attività broncodilatatoria che antinfiammatoria, con una finestra terapeutica migliore rispetto alle xantine convenzionali, come la teofillina. Attualmente, si discute sulle prove a sostegno degli effetti di quest’ultima nel trattamento delle malattie polmonari.

Bibliografia: Page CP. Et al. Doxofylline: a "novofylline" Pulm Pharmacol Ther. 2010 Aug;23(4):231-4. Epub 2010 Apr 7.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato