Denunciati tre farmacisti per aver ceduto farmaci-stupefacenti senza ricetta

Farmacia | Redazione DottNet | 13/03/2011 11:14

Una indagine dei Nas di Latina ha portato alla denuncia di tre farmacisti che esercitano nei paesi di Arpino, Strangolagalli e Isola del Liri, in provincia di Frosinone. I tre professionisti sono accusati di aver ceduto, senza ricetta, farmaci a base di sostanza stupefacente. L'indagine nasce da una denuncia presentata dal marito di una donna affetta da una grave forma di depressione e divenuta dipendente di quel tipo di farmaco. Il medico di famiglia, per aiutare la donna a superare lo stato di assuefazione ha evitato di prescriverle il farmaco che, pero', secondo quanto denunciato dal marito, e' stato dato nelle farmacie divenute poi oggetto di indagine.

In due casi la donna e' stata ricoverata in ospedale per overdose di psicofarmaci. I tre farmacisti sono stati quindi segnalati all'autorita' giudiziaria, alla prefettura di Frosinone e colpiti da sanzione amministrativa. Nell'ambito dello stesso controllo, sempre i carabinieri del Nas di Latina hanno ispezionato l'ospedale di Pontecorvo, nel sud della provincia di Frosinone, e hanno trovato in un reparto una ventina di cannule scadute, utilizzate per gli esami endoscopici, insieme ad altro materiale utilizzato dai medici per svolgere analisi sui pazienti. Il primario del reparto e' stato denunciato e oggetto di una sanzione amministrativa dell'importo di 42mila euro.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato