La chirurgia endoscopica con una sola cicatrice nell'ombelico: una realtà a Novara

Livio Leo | 04/04/2011 12:19

Per la prima volta in Italia è stato effettuato un intervento chirurgico in urgenza per gravidanza extrauterina in una donna obesa,attraverso la cicatrice ombelicale. L'intervento è stato effettuato nella Clinica Ginecologica diretta dal Prof.N.Surico (presidente SIGO) dal dottor Livio Leo, esperto nella chirurgia endoscopica ginecologica. Si tratta dell'evoluzione di una tecnica sperimentata per la prima volta nel settembre 2008, sempre a Novara, con la quale veniva asportato l'intero utero sfilato dalla vagina, che veniva infine ricucita.

Con la nuova tecnica invece tutto l'intervento, sia in ingresso che in uscita, avviene dalla via ombelicale, utilizzando la cosiddetta 'chirurgia single port'. Dopo aver praticato un'incisione di due centimetri, in cui vengono inseriti la telecamera con strumenti particolari - spiega il dottor Leo - grazie ai quali si esegue l'intervento e si sfila dallo stesso ombelico, senza dover effettuare incisioni sull'addome e in vagina, come nel passato, il pezzo anatomico per l'esame istologico. ''Questo tipo di intervento rappresenta la tecnica meno invasiva in assoluto perché viene utilizzato l'ombelico come accesso naturale . La tecnica 'single side' è una tendenza della chirurgia che tende a minimizzare la traumaticità dell'atto'', sottolinea il dottor Leo con risultati estetici ottimi. L'obesità ritenuta come controindicazione in mani esperte non rappresenta più un limite