Pediatri: tra quindici anni saremo dimezzati, categoria a rischio estinzione

Pediatria | Silvio Campione | 14/04/2011 12:16

Il pediatra come il panda, a rischio estinzione? E' un'eventualita' concreta, secondo l'Unione Nazionale Pediatri, che alla vigilia del congresso 'Il pediatra e le nuove emergenze' -presieduto da Antonio De Novellis, in collaborazione con l'Istituto di Ortofonologia che si svolgera' a Roma il 15-16 aprile presso l'Holiday Inn- lancia l'allarme: il settore soffre per la mancanza di nuovi pediatri nel territorio nazionale. Il saldo umano netto tra chi esce e chi entra ha segnato lo scorso anno meno 371 professionisti.

Le scuole di specializzazione, 43 in tutta Italia -ogni grande universita' ne ospita una- nel 2010 hanno laureato appena 229 pediatri e il rischio concreto e' che nei prossimi anni i professionisti dei bambini saranno sempre meno. Le previsioni, spiegano i pediatri, dicono infatti che fra 15 anni il 50% dell'attuale "forza pediatrica" (14.300 specialisti) sara' in pensione e fra venti si arrivera' al 76%: numeri che renderebbero quasi impossibile la cura dei bambini nella fascia da zero a sei anni. A essere colpito dallo sbilanciamento sara' soprattutto il Centro-Sud, con le sue regioni sottoposte ai piani di rientro finanziario e con minori risorse per collocare i pediatri. E' gia' in atto un fenomeno migratorio verso il Nord, dove le erogazioni pubbliche sono superiori e la domanda per coprire gli organici piu' forte. Il Congresso -cui sono stati invitati, tra gli altri, il ministro della Sanita', Ferruccio Fazio, il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, l'assessore alle Politiche sociali, Aldo Forte, e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno- avra' diverse sezioni tematiche. Si va dalla prevenzione delle malattie cardiovascolari, sezione presieduta dal senatore e medico Stefano De Lillo a quella dell'abuso dell'infanzia, presieduta da Gabriella Martone che fara' il punto sui segni di sospetto dal punto di vista medico, gli aspetti psicologici fino alla sessione dedicata alla disabilita', presieduta dalla dottoressa Teresa Mazzone. Un particolare approfondimento sara' poi quello di sabato 16 aprile dedicato all'omosessualita' durante il quale si portera' a conoscenza l'esperienza didattica svolta dal Liceo Parini di Milano oltre all'incontro con l'Associazione genitori di omosessuali.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato