Giovani medici, velocizzare ingresso in mondo lavoro

Martino Massimiliano Trapani | 20/04/2011 11:15

Introduzione di un contratto di formazione-lavoro negli ultimi 2 anni del corso di specializzazione, rideterminazione del trattamento economico del contratto di formazione medico specialistica, contrattualizzazione dei medici in formazione di medicina generale. Queste le proposte fatte da una delegazione del Segretariato italiano giovani medici (Sigm) in un incontro con i direttori generali della Programmazione e delle professioni sanitarie del ministero della Salute.

Al centro dell'incontro lo schema di Piano sanitario nazionale 2011-2013, con particolare riferimento al capitolo "Risorse umane del Ssn". Il Sigm ha presentato un dossier sulla condizione di disagio che attraversano i giovani medici in Italia, illustrando ai vertici del Ministero le proposte del sindacato volte a diminuire i tempi medi di accesso nel mondo del lavoro, allineandoli a quelli degli altri Paesi Ue, oltre che a valorizzare il ruolo dei giovani medici all'interno del Ssn. In particolare il Sigm ha proposto l'introduzione del contratto di formazione-lavoro negli ultimi 2 anni del corso di specializzazione, che ha come presupposto essenziale "garantire uniformemente standard formativi ottimali"; la rideterminazione del trattamento economico del contratto di formazione medico specialistica, prevedendo una gradualità di incremento della parte variabile dello stesso, in modo da valorizzare le discipline chirurgiche; la contrattualizzazione dei medici in formazione specifica di medicina generale; l'attivazione, all'interno delle varie articolazioni del Ssn, di incarichi temporanei per i "medici in formazione".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato