Il vaccino Hpv previene le patologie fino a sette anni dopo la terapia

Infettivologia | Redazione DottNet | 11/05/2011 18:58

Il vaccino contro il papilloma virus umano (hpv) Gardasil si è rivelato efficace nel prevenire le patologie hpv-correlate fino a 7 anni dopo la vaccinazione. Lo ha verificato un ampio studio condotto in Scandinavia su donne tra i 16 e 23 anni, presentato al congresso dell'organizzazione europea per la ricerca sulle infezioni genitali e neoplasie-Eurogin a Lisbona. Lo studio ha inoltre rilevato che nessuna patologia correlata ai tipi 6/11/16/183 dell'hpv è stata riscontrata sempre sulla capacità del vaccino di offrire una protezione di lungo periodo - spiega Susanne Kruger Kjaer, dell'Istituto per l'Epidemiologia del Cancro di Copenhagen - e ribadiscono la necessità della vaccinazione contro l'hpv in età giovanile''.

 Il follow-up dello studio di lungo periodo ha come obiettivo quello di valutare l'efficacia a lungo termine del vaccino nelle donne che lo hanno ricevuto tra i 16 e 23 anni, per rilevare le lesioni cervicali, precancerose e non, e anche quelle correlate a tipi di hpv non coperti dal vaccino. I risultati presentati al congresso riguardano il primo intervallo di analisi, dopo un follow-up di 7 anni, ma le donne saranno seguite fino a 30-37 anni.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato