Come i batteri alleviano lo stress

Redazione DottNet | 09/10/2008 19:35

batterio ricerca

Molti batteri possiedono una molecola proteica che consente loro di ridurre lo stress in situazioni di minaccia, per assicurarne la sopravvivenza. Lo hanno scoperto scienziati dell'università di Newcastle in Australia, in collaborazione con colleghi dell'università di Newcastle in Gran Bretagna il cui studio, pubblicato sull'ultimo numero della rivista Science, mostra come una grossa molecola detta stressosoma, una sorta di centro di comando in situazioni di crisi, entri in gioco per proteggere le cellule da stress e pericoli esterni.

 L'eccessiva salinità, il forte calore, i raggi ultravioletti, l'alcool e gli acidi sono tutti fattori che possono creare stress ai batteri, spiega il prof. Peter Lewis dell'università australiana, che ha guidato lo studio. E' quando sono stressati che i batteri diventano più infettivi, poichè una delle maniere più facili di eliminare lo stress è di entrare in una cellula umana. 'E' come quando cerchiamo l'ombra se il sole è troppo forte'', osserva. La ricerca mostra come lo stressosoma permetta ai batteri di proteggersi dai pericoli esterni e dagli stress rispondendo ad un segnale di allarme, inviato dalla superficie all'interno della cellula, e stimolando la creazione di nuove proteine che permettono di reagire allo stress e annullarlo. La scoperta apre la strada a nuove maniere di prevenire infezioni potenzialmente letali, riducendo lo stress dei batteri prima che infettino il corpo umano. La ricerca rappresenta un passo avanti nella lotta a malattie infettive particolarmente diffuse nell'Australia tropicale e nel sudest asiatico come la listeriosi, trasmessa in genere con gli alimenti e che porta alla morte un terzo delle persone che ne sono affette, e la melioidosi, che si può contrarre per contaminazione di abrasioni cutanee e causa la morte del 90% dei suoi malati, scrive Lewis. ''E' la prima volta che si giunge a risultati di questa rilevanza sullo studio del comportamento dei batteri in risposta a condizioni di stress e pericolo esterno''. Il team di ricercatori ha utilizzato un crio-microscopio elettronico per esaminare il comune batterio Bacillus subtilis', usato per detersivi e prodotti di pulizia. ''Il batterio, attraverso lo stressosome, attiva una protezione naturale, proprio come fa il corpo umano che produce melanina per far diventare la pelle più scura e proteggerci dai raggi solari'', spiega Lewis. 'Proteggendo il batterio dallo stress si protegge l'uomo dall'infezione''.