Il batterio dell’ulcera è collegato al Parkinson

Redazione DottNet | 23/05/2011 18:58

gastroenterologia infettivologia neurologia parkinson ulcera

Il batterio che provoca l'ulcera, l'Helicobacter Pylori, collegato anche all'insorgenza di alcuni linfomi gastrici, è coinvolto nello sviluppo del morbo di Parkinson. L'ha scoperto un gruppo di ricerca della Louisiana State University che ha presentato uno studio, secondo quando riportato dalla Bbc online, all'incontro annuale dell'American Society for Microbiology. I ricercatori hanno rilevato un ''ruolo significativo'' del batterio HP che vive nello stomaco umano nello sviluppo del Parkinson e hanno inoculato il batterio sul modello murino, in topi anziani, l'equivalente di uomini di 55-65 anni.

Sei mesi dopo, gli animali mostravano i sintomi del Parkinson, movimenti ridotti e un calo di dopamina nel cervello. Gli stessi cambiamenti non sono avvenuti nei topi giovani con H.Pylori. Una correlazione tra l'ulcera dello stomaco e la malattia di Parkinson era nota già dal 1960, prima che l'H. Pylori fosse individuato come causa dell'ulcera. Alcuni studi poi hanno rilevato che le persone con la malattia di Parkinson avevano una maggiore probabilità di avere il batterio, e che, se trattati con l'eradicazione dell'H.Pylori, mostravano un lieve miglioramento delle condizioni di salute.