Cassazione, la sentenza sugli specializzandi non è definitiva

Redazione DottNet | 26/05/2011 10:46

cassazione medicina-generale professione

La sentenza della Cassazione del 18 maggio scorso che fa decorrere dall’entrata in vigore della legge 370/99 la prescrizione decennale per la mancata retribuzione dei medici specializzandi segna un precedente, ma bisogna andarci cauti perché arriva dalla terza sezione civile e non dalle sezioni unite. Solo queste ultime infatti fanno giurisprudenza. Ricordiamo che la Suprema corte ha stabilito che, rispetto alla vicenda dei medici specializzati negli anni ’83-’91, la prescrizione si compie il 27 ottobre 1999, ossia dieci anni dall’entrata in vigore della legge (la 370/99) che riconosceva la retribuzione soltanto agli specializzati i cui ricorsi erano stati accolti in precedenza dal Tar Lazio.

 Tradotto in soldoni  per i giudici il conteggio per la prescrizione può scattare soltanto dal momento in cui il cittadino dispone di elementi giuridici tali da rendere consapevole che un suo diritto è violato. Per cui i professionisti che alla data indicata dalla sentenza non hanno avviato atti in grado d’interrompere la prescrizione (un ricorso per esempio) non possono fare più nulla. Alla stessa stregua di quei medici che non hanno inviato diffide entro i dieci anni per bloccare la prescrizione e ancora coloro  che hanno perso in primo grado e non hanno continuato il giudizio. Resta tuttavia aperta la questione per i camici bianchi, invece, che hanno presentato il ricorso entro ottobre 1999;  ma resta il fatto, come abbiamo già accennato, che la sentenza non proviene dalle sezioni unite della Cassazione. Inoltre il 19 maggio scorso la Corte di giustizia europea è intervenuta affermando che  i paesi membri possono eccepire sulla prescrizione a patto che il ritardo con cui il governo nazionale ha recepito una direttiva non sia causa diretta del tardivo ricorso.Cioè che l’Italia potrebbe sostenere che la prescrizione non decorre dal ’99 ma da una data antecedente. Insomma la partita è ancora aperta.

Partecipa al sondaggio della settimana e riceverai in omaggio il numero maggio-giugno del "Prontuario Farmaceutico Merqurio 2011". Cosa aspetti? Clicca qui