Fofi, passo avanti per i farmacisti specializzandi

Redazione DottNet | 28/05/2011 16:20

fofi sanità-pubblica

Con la prossima approvazione del Piano Sanitario Nazionale 2011-2013 si prospetta 'un primo importante passo avanti per i giovani che scelgono la specializzazione in farmacia ospedaliere e che finora erano pesantemente penalizzati rispetto ai colleghi specializzandi dell'area medica'. Ad affermarlo e' una nota della Federazione degli Ordini dei Farmacisti, che ricorda come il tema era stato sollevato con un'interrogazione parlamentare dal vicepresidente della Fofi, Luigi D'ambrosio Lettieri.

Nel nuovo piano infatti 'si dice chiaramente che il necessario ampliamento del numero di medici specialisti si puo' realizzare solo attraverso un aumento delle risorse finanziarie stanziate per la formazione di questi professionisti e che il reperimento di risorse aggiuntive' andrebbe a vantaggio anche degli specializzandi laureati in farmacia, spiega D'Ambrosio Lettieri, secondo il quale 'un'eventuale revisione dell'ammontare del finanziamento stanziato per la formazione specialistica, dovrebbe prevedere la riserva di una quota per la copertura di 800-1000 contratti destinati a questi professionisti'. 'Nella fase attuale - ha concluso il presidente dell'Ordine, Andrea Mandelli - e' fondamentale che si favorisca la formazione di figure, come quella del farmacista ospedaliero, che possono dare un grande contributo all'appropriatezza delle terapie e alla gestione del rischio clinico'.